Il governo delle aziende sanitarie si basa oggi prevalentemente sulla valutazione e sul controllo dell’offerta delle prestazioni sanitarie.
Tutto ciò non è però sufficiente per generare un sistema sanitario capace di rispondere in modo appropriato ai bisogni degli utenti.

Da qui la necessità di spostare l’attenzione dal “governo dell’offerta” al “governo della domanda”, precisando che per “governo della domanda” non si intende la riduzione delle prestazioni erogate, ma la messa in atto di percorsi e strumenti che sappiano rispondere agli utenti con servizi adeguati e di qualità. Su questo orientamento, Progea promuove interventi gestionali e organizzativi che sono indirizzati a:

  • individuare modalità di integrazione tra ospedale e territorio;
  • promuovere una corretta allocazione delle risorse sui due diversi livelli di assistenza;
  • definire modalità appropriate per seguire l’utente attraverso percorsi e protocolli di cura condivisi tra ospedale e territorio;
  • sviluppare i budget di distretto;
  • strutturare i budget della medicina generale e della pediatria di libera scelta.